Un pomeriggio a Parigi

16 11 2008

[LE FOTO DI QUESTO POST SI GUARDANO ASCOLTANDO: La vie en rose, suonata da Louis Armstrong]

paris-0012 Parigi facilita il lavoro del blogger on the road, questo è evidente. Reti wi-fi pubbliche un po’ dappertutto.

Ne ho approfittato, come vi ho gia’ scritto, per sedermi dietro Notre Dame per riposarmi dopo tre ore di camminata.

Ho scattato alcune foto, un piccolo numero delle quali sono già qui….altre chissa’ se avro’ il tempo di sistemarle.

Mi piace tanto fare le foto anche quando viaggio “di corsa”, di fretta, magari in posti che già conosco bene come Parigi. Mi aiuta a vedere certi luoghi da angoli diversi.

 

parcoE quando porto con me il grandangolo e’ tutta un’altra storia. Gli occhi, e lo sguardo, si allargano. Si colgono sfumature che a prima vista erano sfuggite. Toni di colori, contrasti delle nuvole particolari, sguardi di persone che avevo ignorato.

senna

Il pomeriggio è volato tra una camminata a Saint Germain e l’Isle Saint Louis, per proseguire nel mio quartiere preferito, il Marais, tra gallerie d’arte a place des Vosges e caffe’ letterari in rue du vielle temple. 

Ho ritrovato anche degli amici che non vedevo da anni e con i quali abbiamo condiviso un bellissimo periodo romano.

paris-0081

 

 

 

 

 

 

E ora mi rimetto la testa a posto, pulisco la lente della macchina fotografica, la spolvero, l’asciugo dalla pioggerellina che l’ha inumidita e mi preparo a fare la persona “seria” domani mattina.

Antonio

davanti-a-notre-dame

Annunci




Paris

16 11 2008

Sono seduto su una panchina nel piccolo giardino dietro Notre Dame. Sono le 17, e’ grigio, ogni tanto qualche goccia di pioggia entra nel naso. Foglie gialle. Gente che cammina di corsa anche se e’ Domenica.

In una parola: Parigi.
Arrivato da poco per approfittare di qualche ora libera prima della riunione di domani.

Stasera a cena con vecchi amici che non vedo da anni.

Mi incammino verso il Marais

A