Invito al viaggio

16 12 2010

Sono in treno. Niente di che, giusto verso Firenze.

Mi e’ capitato di acquistare un vecchio libro del 1926, di Paolo Monelli:
“Viaggio alle isole freddazzurre. Da Oslo a Hammerfest, Capo Nord e Spitzbergen”

E’ ingiallito, ha molte pagine danneggiate e contiene vecchie foto in bianco e nero inserite su fogli di carta fotografica.

Bellissimo. Lo sto appena cominciando ma gia’ esordisce con un “invito al viaggio”…

“Cosi’, o Signori, vogliamo ricominciare a viaggiare, se si può. Ignorare, dei paesi dove andiamo, ministri e regi e partiti in combutta o in faida, o almeno vederne solo quello che e’ pompa e cerimonia; abolire quella frettolosa prima visita al telegrafo, agli ufficiosi, al nostro rappresentante diplomatico, tanto gentile sempre, poveretto, ma tanto guasta idee, che v’indirizza subito al grande albergo più pescecane e al politico più noioso; e guardare una volta tanto, le donne il cielo le osterie le lapide latine nei cimiteri smessi.

Viaggiare nella diligenza, voglio dire quella dell’anima, visto che quelle altre, dove esistono, si chiamano autobus e puzzano dentro e fuori; tenne come modello e autore davanti agli occhi, verbigrazia, l’epistola di Orazio che va a Brindisi o il Viaggio sentimentale”

E continua…

Che dire…un ottimo compagni di viaggio

A

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: