Fiere, sagre, follie e…UN POST PER STOMACI FORTI

27 03 2009

[consiglio musicale Ying: WORLD’S FAIR dei The Skatalites]

[consiglio musicale Yang: ALLA FIERA DELL’EST di Branduardi]

Rido da solo mentre scrivo questo post. Spero ridiate anche voi. E non me ne vogliate se, alla fine, deciderete di non uscire a cena fuori questo fine settimana…

Veniamo al punto. Il calendario ci dice che siamo in primavera. Ci avviciniamo quindi al periodo delle sagre, feste, festival e chi più ne ha più ne metta.  E che cosa caratterizza questi eventi? A parte la follia di chi vi partecipa, sia chiaro. Ovviamente IL CIBO!

Ebbene, bighellonando in giro mi sono imbattuto in alcuni esempi di “cibo da fiera” davvero folle e incredibile. Manco a dirlo di provenienza 100% usa (che Dio li benedica!).

Ho stilato una prima lista senza alcuna intenzione di classificare queste delizie in ordine di “bontà”, sia chiaro. Una precisazione: si tratta di cibo da consumare “on a stick”, da passeggio, per intenderci.

Sentiamo che ne pensate…

1. Coca Cola fritta! Questa arriva dritta dritta dalla Fiera dello Stato del Texas

2. la barretta di Sniker fritta (mangiata alla Fiera dello Stato della Florida, invece) SP 135529 DIEZ FRIED FLO 1/2

 

 

3. il sundae di manzo da passeggio (Fiera dello Iowa)!!!!

4. spaghetti e polpettine on the stick (sorvoliamo…ma per la cronaca, sappiate che li mangiano alla Fiera del Minnesota…)

48032_270 5.  i Rib-on-a-stick della Fiera di Amarillo (Texas): ovvero, costolette da passeggio 

6. I biscotti Oreos fritti (gnam!) della Fiera dell’Indiana oreos-fritti-j

 

 

7. Hamburger fritti a volontà alla Orange County Fair

8.  Questo ha a che fare con gli scoiattoli e ve lo leggete da soli 🙂 rk_logo-med-02

9. No, il nono lo salto perchè non vedo l’ora di arrivare al prossimo…

 

 turkey-j  10. e dulcis in fundo…i…testicoli di tacchino da passeggio!!! Li mangiano, e ne vanno molto fieri, gli amici del Minnesota nella loro fiera annuale. Contenti loro. Forse i tacchini un po’ meno. In compenso avranno dei capponi fantastici 🙂

 

Bene, a questo punto sono certo che avrete l’acquolina in bocca e che considererete banali e provinciali le nostre sagre della porchetta o dei marroni.

Ero incerto se mostrarvi o meno questo video…ha dei contenuti molto forti e potrebbe turbarvi. Ma Il Circolo dei Viaggiatori vuol fare informazione vera e non può sottrarsi al suo compito. Quindi….beccatevi questo! Dopodichè….buon fine settimana a tutti!

Antonio

ok, ok, visto che insistete e considerando che siete tutti maggiorenni…ecco la versione non censurata:

Annunci




“Tutti gli americani sono eccentrici”: ecco la mappa che lo prova

22 10 2008

[QUESTO POST NON PUO’ ESSERE LETTO SENZA ASCOLTARE UN CLASSICO RAG: ECCENTRIC RAG di Bailey Buster]

Chi conosce un po’ gli Stati Uniti lo sa bene. Gli stessi americani si definiscono “eccentrici”, weird. E’ una cultura che incoraggia la diversità, e si fonda splendidamente su di essa (salvo incappare in incredibili contraddizioni, ma questa è un’altra storia).

Ho scovato questa mappa:

 

La mappa delle eccentricità USA

La mappa delle eccentricità USA

 

Finalmente. Se ne sentiva davvero il bisogno. Adesso sappiamo ( o meglio, ne abbiamo conferma) che la California e la Florida sono gli Stati più eccentrici, più zuzzurelloni. Quello che sorprende, è vedere alti in classifica Stati come il Wiskonsin o Washington (quello di Seattle, per intenderci, dove più che in qualunque parte del mondo).

La carta si riferisce al numero delle manifestazioni, per così dire, “particolari”. Fiere singolari, feste fuori dal comune e così via.

Sicuramente ci terrete ad essere aggiornati sul calendario delle manifestazioni, nel caso doveste passare da quelle parti. Cominciate dunque a fare un po’ di spazio nei vostri calendari e segnatevi i primi:

√ dal 31 ottobre al 2 novembre 2008 a Bridgeville e dintorni, Delaware: World Championship Punkin Chunkin . Il nome la dice lunga, e non svelo oltre. Mi limito a riportare qui l’inno del campionato! Splendido, imperdibile, andiamoci tutti insieme…

It was the end of October, the beginning of November.
The air was cold and clear and I said, Boys listen here,
I think I can make a punkin fly.
John said, Cannot. I said, Can too.
So we put that punkin in a bucket, swung around, away it flew.
John said, No fair. We said, Hell, it’s in the air.
So the challenge was made and the gauntlet was laid
To build a machine to power a punkin through the air.
John said, Springs are the way to go. Bill said, I don’t believe so.
It’s Punkin Chunkin time again.
Come on, all you neighbors and friends.
I’ll show you how to make a punkin fly … rain, snow or blow.
Them punkins are gonna go!

Ancora:

√ 1-2 novembre ad Abbeiville, Louisiana: la Festa della Frittata Gigante! 5000 uove di leggerezza…. Sarei curioso di vedere come la girano. E pensare che recentemente io ho fatto una frittata buttando in padella due  uova intere e ne è venuto fuori un tale pasticcio… 😉

 

E per finire (ma solo per oggi)….

√ il 15 novembre a Salley, South Carolina: il Chitlin’ Strut Festival! 

Leggo che nasce nel 1966, dall’iniziativa dell’allora sindaco di questa ridente cittadina, alle prese con la penuria di fondi per allestire le luminarie natalizie.

Scena: tutti nella sala municipale a discutere. Mumble, mumble, mumble. Idea: facciamo un festival culinario di ciò che di più buono ed appetitoso abbiamo! I resti del maiale! i Chutlin, appunto. Orecchie, interiora, lingua, trippa, zampa, muso, etc…

Ed è così che ogni anno, tra birra, musica country ed interiora di maiale, i nostri amici di SAlley indossano graziosi cappellini rosa e finanziano le loro feste natalizie.

E pensare che domenica io vado giusto alla sagra delle castagne di Segni…

🙂

Antonio