LULLABIES around the World/2: e con queste…buona notte a tutti

4 06 2009

Periodo di stress lavorativo…le vacanze sembrano a portata di mano ma più si avvicinano e più sfuggono…

Non rimane che addormentarsi e svegliarsi ad agosto 🙂

Continuo quindi segnalando qualche ninna nanna in giro per il mondo. Pare stia piacendo….

Ecco ARRIBA DEL CIELO, una ninna nanna messicana tipica dello Stato di Guerrero. E’ particolarmente…morbida e ril….zzzzzzzzz…..ehm, dicevo, sì, è molto rilassante….bella addormentata

Vi regalo adesso una bellissima versione di una ninnananna tradizionale ZULU, cantata originariamente in lingua Xhosa, e qui cantata da Vusi Mahlasela. Si chiama THULA MAMA. Buon divertimento…

Antonio

 

 

 

PS e ora…poichè in tanti mi chiedete ancora dei suggerimenti di canzoni “da viaggio” ecco, sempre per rimanere in tema….una bella canzone di Shawn Mullins (consigliatissimo a tutti): Lullaby

Annunci




LULLABIES AROUND THE WORLD: viaggio nel mondo dei sogni/1

31 05 2009

[prima di andare a dormire, leggendo questo post, ascoltate: NAIMA di Angelique Kidjo]

Da sempre, da che mondo è mondo, le ninnananne hanno svolto un ruolo fondamentale. Hanno fatto addormentare i bambini, hanno tranquillizzato gli adulti che le cantavano, hanno distratto la mente da momenti brutti propiziando bei sogni, hanno raccontato storie, leggende, fiabe.madagascar-0198

Tutte le culture, anche le più lontane da noi, hanne le loro canzoni “della notte”. Tutte accomunate da melodie dolci, ritmi lenti e testi rassicuranti. Più che la musica delle feste, forse, le ninnananne legano i popoli.

Si può anche viaggiare così. Oggi ve ne propongo una di una cantante del Benin (ma ormai di fama internazionale).

Lei è Angelique Kidjo e la canzone è dedicata alla figlia Naima. Occhio alla chitarra di Santana che fa capolino di tanto in tanto… Francamente io….con quella chitarra nei paraggi non mi addormenteri affatto 🙂

Antonio

 

 

iquitos edit

Anche se non c’entra granchè…se non per il nome…ho ripescato un vecchio (antico?) video della performance live di John Coltrane (ah! quando c’era lui….) che suona, appunto, una sua Naima. Anche questa è una bella ninna nanna…