Ragione ed idiozia del viaggiatore: un video ed una riflessione

20 10 2008

E’ inutile, ultimamente mi è presa così. Segnalo un altro video musicale. Sempre Brett Dennen, questa volta la sua canzone, forse, più bella: Ain’t No Reason.

Cosa la lega al tema del blog? Beh, alcune sue scene e la considerazione che forse quasi tutti coloro che hanno visitato paesi del terzo mondo si sono posti: quale sia la ragione della sofferenza di certe popolazioni ed il senso di colpa che ne deriva.

Perchè è inutile negarlo, tutti abbiamo provato senso di colpa nel vedere un bambino affamato che chiede l’elemosina o una terra arida che inutilmente una tribù cerca di coltivare. Senso di colpa unito all’idiozia tipica del turista medio. Per intenderci, quello che in un mercato andino tratta sul prezzo anche se si tratta di pochissimi centesimi (che possono fare la differenza per il venditore, ma per noi giusto il solletico).

O l’idiozia di chi ordina una pizza in una bettola sul lago Titicaca e poi si lamenta perchè manca l’acciuga (SO per certo che interverrà adesso e lo spero).

O ancora, l’idiozia di chi, in un piccolo tempio buddista thailandese, si inginocchia e simula di pregare Buddha chiedendo di farsi fotografare così.

Cose del genere ne abbiamo viste tutti e ci siamo tutti interrogati sulla ragione. Beh, forse….ain’t no reason.

🙂

Antonio

PS raccontatemi gli episodi di idiozia del viaggio in cui vi

Annunci