L’ora del vuoto e dell’assenza

2 12 2009

Non mi piace usare questo spazio per questioni personali. Ma glielo devo.

Poco fa è scomparsa una delle persone più importanti della mia vita. La sua importanza l’ho capita tardi, con gli anni. Non è un genitore, ne’ un’amica in senso stretto. Qualcosa di più, forse. Sicuramente diverso.

E’ stata un’insegnante di tanti anni fa.

Mi ha insegnato tanto. La correttezza nei confronti degli altri e con se stessi. La coerenza dei modi e delle idee. La musica…. la musica…. Mi ha insegnato ad amare e ad ascoltare i testi e la loro potenza (nel 1984 mi spinse ad andare “fino a Roma” ad ascoltare dal vivo il mio primo concerto di Jackson Browne).

Mi ha insegnato ad essere curioso. A sforzarmi di capire il mondo ed il perchè delle posizioni diverse. Sempre col sorriso sulle labbra. Mi ha insegnato che la vita è bella anche quando le cose vanno male  e che nella Storia ci sono tante risposte.

Ultimamente, già malata, aveva lasciato l’insegnamento ed aveva scoperto Facebook.

Con altri amici, all’inizio pensavamo fosse uno scherzo di qualche alunno. Ma ricevevamo spesso dei messaggi mirati. A distanza di anni ci ricordava uno ad uno. Centinaia, migliaia di persone…che tutte tutte tutte con le stesse parole, con lo stesso affetto, con lo stesso amore…rispondevano sulla sua bacheca di Facebook. Non ho mai visto nulla di simile…

Mi aveva detto che mi seguiva da tempo silenziosamente e che le mie fotografie ed i racconti di viaggio la facevano viaggiare come avrebbe voluto…. Le dissi che dopo tutto quello che mi aveva insegnato…toccava a me farle compagnia…. Mi inviò un messaggio intriso di una lacrima.

Ed ora sono qui a piangere come uno stupido davanti ad una maledettissima tastiera. Stamattina, maledetto facebook, era apparso in bacheca un reminder automatico di facebook “Di’ ciao a Grazia”. E dopo qualche ora ricevo la telefonata di un amico “è morta Grazia”.

Sì, ora mi ritrovo qui come uno stupido e non mi resta che salutarla qui…

Ciao Grazia.

Questa canzone è anche per te.

Antonio

Annunci

Azioni

Information

8 responses

2 12 2009
Sunofyork

come non sentirti vicino, pur non conoscendoti.
ci mancherà molto, troppo.

a.

2 12 2009
Giulia

Ora viaggerà come nessuno di noi ha fatto.
🙂
e lei continuerà a vivere nei ricordi e nelle vite di chi l’ha conosciuta e di chi ha imparato tanto da lei.

Arrivederci Grazia

2 12 2009
massimiliano

siamo stati in due a farlo, davanti ad una tastiera……

2 12 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

Molti di piu’, ne sono certo…

2 12 2009
massimiliano

su fb si hai il “termometro”

2 12 2009
Valentina

Hai descritto benissimo chi è stata Grazia Bellini. Chi ancora continuerà ad essere. I Miti non muoiono mai. E Lei, come tante volte ha ribadito, lo è, e lo sarà sempre un Mito.

3 12 2009
STEFANIA

non è stata la mia insegnante ma dai vostri commenti e da quello che so è stata una grande insegnante e una grande donna…complimenti ad Antoni per le bellissime parole scritte in suo ricordo!!!ci sono delle persone che lasciano il segno nelle nostre vite…e Lei è stata una di queste!!!!

3 12 2009
Elena

Ci parlava sempre di Itaca e di quanto fosse importante il viaggio da compiere e non la meta. Quello che mi ha insegnato è la lotta per rendere tutto speciale e non avere rimpianti una volta arrivati.
Spero che dopo tutto abbia trovato Itaca degna di lei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: