Tokyo

7 01 2009

[questo post con gli occhi a mandorla si legge ascoltando DREAMS IN TOKYO dei Saycet]

shinjuku

Tokyo!

Anche in questo caso ve ne ho parlato durante la strada…

Proponendovi ora alcune foto (in galleria) e ripensando a certi flashback, non posso che pensare alla mia prima impressione (via via consolidatasi). Ovvero che il Giappone sia un paese nel quale gli estremi si toccano e, spesso, coincidono. Come nel simbolo zen…

E quindi convivono, con pari ed uguale dignità, le sale di pachinko ed i giardini zen, gli haiku ed i manga, i grattacieli ed i templi shintoisti, Starbucks e i dolci che appagano la vista ed il cuore, il flauto di bambù e la musica J-pop.

ginza

E poi mi viene in mente la miriade di persone in giro per la città con le mascherine protettive. All’inizio, viene istintivo pensare ad una forma di difesa da virus altrui. E’ la nostra cultura secolarmente tradizionalista che ci porta a pensarlo…

Invece è una splendida dichiarazione di non belligeranza batteriologica! Le indossa chi è raffreddato per non infettare gli altri! Quanto rispetto, amici miei! Che senso civico…

Un gran paese il Giappone. Sicuramente pieno di contraddizioni ma, probabilmente, non quelle che appaiono più visibili. Quelle sono, appunto, il tratto distintivo di un armonia culturale che non esclude gli opposti ma anzi li considera parte indissolubile della vita.

Mata ne!

Antonio

jump-asakusa

 

Annunci

Azioni

Information

32 responses

8 01 2009
Godot

Bellissime le foto… bellissimo il post… e Tokyo doveva essere stupenda! Spero proprio di andarci un giorno 😀

9 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

Grazie Godot.
Più che una città stupenda, Tokyo garantisce un’esperienza stupenda. Sicuramente da provare.
Sarebbe divertente leggere “Le avventure di Godot nel Paese del Sol Levante”! 🙂

9 01 2009
la donna con la valigia

per ora leggiamo le avventure di Antonio e la Gatta nel Paese del Sol Levante. E ci piacciono moltissimo! anzi, posso dirvi che condivido tutto al 100 per cento? E’ raro detto da una bastan contraria, ma è proprio così
bentornati,
m.

9 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

🙂 Marina, se tutti i bastian contrari fossero come te…. :-p

A quando una chiaccherata su playing for change? Magari con cerimonia del the officiata da memedesimoinpersonapersonalmente .-)

9 01 2009
la gatta

cerimonai del tè officiata da te in oersona personalmente?
ma non dovrebbe essere una cosa formale, elegante, che segue regole ben stabilite?
già vedo tazze dalle quali straborda liquido….

😛

9 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

no no, ho capito benissimo come si fa!!!
😛

e posso essere leggiadro come una farfalla, io

9 01 2009
Godot

Mmmmmm… mi autoinvito per vedere lo show di Antonio che fa la cerimonia del tè vestito da farfalla! 😀

9 01 2009
la gatta

…non si pucciano i biscotti nel tè fatto con la cerimonia del tè…..

9 01 2009
Taglia

Talvolta l’idea delle “realtà in apparente contraddizione” o che stridono, presenti nel Sol Levante derivano dall’impressione che riceviamo incontrando una realtà e una cultura antitetica (o almeno molto distante)rispetto alla nostra, ossia quelle contraddizioni le vediamo noi, ma in realtà nella cultura o nel modo di sentire giapponese sono molto più sfumate di quanto invece sembri a noi. Ciò non toglie che contraddizioni ce ne siano eh! Eccome.

Non ci sono contraddizioni, eppure ci sono.

Ecco, questa prima parte di commento è una specie di Koan, trovaci tu un senso, ammesso che ci sia 😀 dopo di che puoi tranquillamente officiare la cerimonia del tè 🙂

Gran bel blog, fai delle splendide foto, e le tue descrizioni di viaggio sono puntuali, intelligenti, piacevolissime da leggere. Complimenti.

10 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

Arigato’ gozaimasta’ Taglia-san! 🙂

un bel koan, non c’e’ che dire…

e hai fatto centro

A

11 01 2009
Godot

E’ la terza volta che vengo a vedere le foto del Giappone… mi sa che mi sono autoipnotizzata! 😀

11 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

evviva!

11 01 2009
la donna con la valigia

che ne dite appena torno? diciamo tra un paio di settimane o giù di lì…

però la tè giapponese preferisco il darjeeling indiano. va bene lo stesso? un saluto doppio

12 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

Certo che va bene, Marina. Allora, buon viaggio, e quando rientri OFFICIERO’ IO la cerimonia DEI te’!
🙂

12 01 2009
Godot

Sul fatto che saresti stato tu ad OFFICIARE non avevo nessun dubbio Sensei!

12 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

Io sono il Sensei del dojo ” ‘ndo cojo cojo” e officio la cerimonia del tè come mi pare :-9

e poichè sarà un tè seza teina, sarà una cerimonia tze tze

12 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

Avverto strani giochi di potere intorno alla cerimonia del tè…

12 01 2009
Nicoletta

Leggerò con attenzione e curiosità i vostri post dal Giappone, un paese che ancora manca al mio album di viaggio.
Curiosa di scoprire gli ‘estremi’ di questo paese e, magari, di confrontarli con quelli dell’India..

12 01 2009
Godot

Come vuoi tu sensei! 😀 Mi sa che questa cosa della cerimonia ci sta prendendo un po’ la mano! 😉

12 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

ok ok pausa

12 01 2009
la gatta

(ppppst….officerò senza la “i”…..)

12 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

acc…è vero….sono talmente veloce con le dita…che vado più rapido del cervello

chiedo venia

12 01 2009
Godot

SENSEI! Menti spudoratamente e dici che la “i” l’avevi messa di proposito!!! 😉

12 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

Siete tutti miei discepoli prediletti e pertanto vi regalo questo nuovo haiku

La cerimonia si officia senza i
ma con la i
il tè è più buono

il vostro sensei

12 01 2009
la gatta

senzà il tè giusto, senza rituali…..senza grammatica!!!!!

questa cerimonia del tè parte proprio male…

😦

13 01 2009
Taglia

No, no, la cerimonia del tè parte proprio bene, perché il senso zen è togliere, è proprio il “senza” a dar spessore, per questo il sensei toglie (toglie non: dimentica la i o la grammatica, è una scelta programmatica la sua 😀 ). Perciò va bene il “senza”, ma non senza il tè eh! E diciamo che servirebbero anche le tazze 😀

13 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

ma quanto mi sta simpatico questo ragazzo…
😉

ottimo allievo

13 01 2009
Godot

Taglia che domande… il sensei le tazze le fa comparire dalle maniche del kimono! 😉
Senseiiii! Anch’io voglio essere il prediletto!!! 😀

13 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

non litigate, miei giovani padawan

13 01 2009
Godot

Senti maestro Jedi… posso fare il cattivo???!!! 😀

14 01 2009
la donna con la valigia

Mai una cerimonia del tè aveva acceso tanto gli animi, ma… meglio così! però useremo il tè preso da me medesima all around the world, ok?

14 01 2009
Antonio/Circolo dei Viaggiatori

Cara Marina…mancavi solo tu 😛

quale tè consigli allora?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: